PASSA ALGHERO, LA AZZURRA SI LECCA LE FERITE.

PASSA ALGHERO, LA AZZURRA SI LECCA LE FERITE.

13 febbraio 2018 0 Di Orvieto Notizie

Orvieto – 10 febbraio 2018 – La classifica dice che la Azzurra Ceprini può mettere in cascina due punti contro il fanalino di coda Alghero. Una partita facile sulla carta, ma il campo è un’altra cosa.
Il primo possesso è delle sarde, scese in campo con Sow, Petrova, Azzellini, Dzhikova e Beretta. Il quintetto scelto da Romano vede Porcu in cabina di regia e Granieri Fiorini, Rupnik, Bambini e Chrysanthidou pronte a sfruttare anche la differenza fisica sotto i tabelloni.
Primo possesso delle sarde, dicevamo, ma primo canestro orvietano, con Rupnik che brucia la retina dall’arco dei 6,75. Porcu mette a segno da due e fa registrare il primo mini-break. Le sarde non si fanno impaurire e riescono a rimanere nella scia della Azzurra portandosi sul nove pari, grazie anche agli errori sotto i tabelloni della squadra di casa.
A 2.44 dalla sirena Beretta mette la tripla del vantaggio ma Petronyte e Manfrè rispondono facendo arrivare la propria squadra alla sirena sul 16-14.
Il secondo quarto è praticamente copia del precedente, Alghero pressa a tutto campo, Orvieto sbaglia e le sarde vincono il secondo round. Si rientra negli spogliatoi sul 31-32. Nulla è deciso né compromesso ma la squadra di coach Romano deve tirare fuori tutto il proprio carattere per scrollarsi di dosso una Alghero determinata e pronta a dar filo da torcere fino all’ultimo secondo. Al rientro accade però l’esatto contrario. Dzhikova continua a macinare punti e la Azzurra fatica a trovare la manovra giusta, permettendo alla squadra di coach Monticelli di chiudere il periodo con un vantaggio di otto punti (48-56).
Si decide tutto negli ultimi dieci minuti quindi: Lombardo e Azzellini fanno un botta e risposta che non cambia il distacco. Dzhikova infila l’ennesima tripla, la quinta su sei tentativi.
Le orivetane non riescono a reagire e lasciano anche l’ultimo parziale alla squadra ospite.
Finisce 59-74, Alghero raggiunge Forlì in classifica e festeggia la seconda vittoria della stagione, la seconda contro la Azzurra.

Partita importante per noi – commenta Francesca de Fraia – per riscattarci della brutta prestazione fatta in Sardegna. Abbiamo lavorato tutta la settimana per preparare al meglio la partita, abbiamo studiato tutti i particolari sia per l’attacco che per la fase difensiva con un solo obiettivo: portare a casa i due punti. L’avvio è stato incoraggiante, con buone azioni difensive e tanti contropiedi.
Poi forse si è bloccata ancora una volta la molla ed abbiamo smesso di lottare su ogni pallone e in qualche caso abbiamo organizzato manovre macchinose e poco efficaci e concesso troppo in difesa.
Noi sprechiamo molto sotto i tabelloni mentre Alghero fa girare bene la palla e trova situazioni con buoni tiri sia dall’arco dei 6.25 che dalla media. La squadra di coach Monticelli ne approfitta, non molla e si aggiudica la partita. Evidentemente è la nostra bestia nera.

Azzurra Ceprini Orvieto: Porcu 5, Grilli 3, Petronyte 4, Granieri Fiorini, Kolar, Rupnik 10, Manfrè 13, Bambini 2, Lombardo 8, Coffau 8, Presta, Chrysanthidou 2. Allenatore: Romano M.

Mercede Alghero: Beretta 10, Dzhikova 23, Spiga 3, Ceccanti 2, Azzellini 7, Petrova 17, Lubrano, Sow 12, Manconi, Saias. Allenatore: Monticelli M.

Arbitri: Settepanella, Grappasonno

fonte: ufficio stampa cestistica azzurra orvieto

Print Friendly, PDF & Email
Condividi: